Your Fashion Inspiration


Sfilata VERSACE Fall/Winter 2018/2019

Sfilata VERSACE Fall/Winter 2018/2019

VERSACE ARCHIVIO 80′ & 90′

La sfilata della maison Versace ha chiuso il quarto giorno della Milano Fashion Week dedicata alle collezioni del prossimo Autunno-Inverno 2018/19. Apre le danze una super model che è raro vedere in passerella, Natalia Vodianova, moglie del patron di LVMH Bernard Arnault e Top Model all’ottavo posto al mondo in classifica Forbes fra le più pagate negli anni 2000. Trench vinilico bordeaux e platform dall’altezza vertiginosa, è lei la super star della passerella. La collezione è un remix di stampe d’archivio anni ’80 e ’90, pelle nera, tessuti tartan fra il punk e il western, sciarpone, baschi e cappotti stile college. I colori fluo, tendenza che sta emergendo decisa dalle passerelle milanesi.

Donatella Versace continua a ripescare dagli archivi del fratello Gianni, per traghettare la Maison della Medusa verso il futuro. La Versace Crew diventa un pretesto per raccontare storie di donne, una diversa dall’altra, ma tutte forti, coraggiose, sexy e sicure. Se il tartan è vessillo di appartenenza, Donatella Versace spariglia le carte e fonde epoche e stili diversi. Il bustier  in pelle celebra un glamour ‘80, le gonne a pieghe e i maglioni argyle fondono punk e  western mentre gli abiti da sera si indossano sopra t-shirt logo in pieno stile DIY.

Gli appassionati del mondo Fashion avranno notato la presenza di un’altra super model anni 2000, la bionda Raquel Zimmermann, presenza ormai rara sulle passerelle del prêt-à-porter. Assente Bella Hadid, onnipresente la figlia di Cindy Crawford, Kaia Gerber. Sotto tono di certo, il finale, se non altro dopo l’omaggio a Gianni Versace con le iconiche super top anni ’80, il quintetto Cindy Crawford, Claudia Schiffer, Carla Bruni, Naomi Campbell e Helena Christensen, non c’era chiusura che potesse competere con lo show della scorsa Primavera/Estate.

RUNWAY

Fotografi Yannis Vlamos& Sonny Vandevelde / Indigital.tv.

No Comments
Leave a Comment: