Your Fashion Inspiration


PUBLIC DESIRE SHOES, BAE!

PUBLIC DESIRE SHOES, BAE!

SCOPRITE PUBLIC DESIRE, diventate anche voi delle #PDBAE!

Public Desire è un marchio globale di calzature che vende attraverso il proprio ecommerce online https://www.publicdesire.com/eu/. I loro prodotti sono unici e molto richiesti dai fashionisti di tutto il mondo, spediscono in tutti i paesi dal loro centro di distribuzione globale nel Regno Unito!

La base del brand risiede a Manchester ed è un centro nevralgico di creatività, con un ampio coinvolgimento da parte dei social media nei confronti dei blogger, social influencer e dei propri follower, l’ obiettivo  di questo marchio è quello di offrire al proprio pubblico calzature dagli stili più trend e ricercati ad un prezzo eccezionale, entrate anche voi a fare parte della famiglia diventante anche voi delle #PDBae.

Public Desire è stato anche il vincitore nella categoria “Best Online Footwear Offer” agli Drapers Footwear Award 2017″

Seguito da 1.2 milioni di seguaci su Instagram, Public Desire è un vero è proprio fenomeno degno di nota, grazie alla sua rapida crescita negli ultimi anni è arrivato a fatturare più di 20 milioni di sterline l’anno. Niente male per un brand di calzature low cost vero?

BEHIND THE SCENES

A raccontare la storia di questo brand di calzature ci pensa Qasim Akhlaq, amministratore delegato di Public Desire, durante l’intervista rilasciata per Drapers. La vendita al dettaglio è nel sangue di Qasim Akhlaq, infatti l’amministratore delegato di Public Desire crebbe guardando suo padre che vendeva jeans da donna in un negozio di Liverpool. A soli 17 anni, esattamente nel 2000, ha aperto il proprio negozio di scarpe nella stessa città, che ha gestito per ben otto anni prima di passare all’ecommerce che oggi conosciamo https://www.publicdesire.com/eu/.

Public Desire, lanciato nel settembre 2014, prometteva già grandi risultati in quanto manifestava sin dai suoi esordi una forte crescita, Akhlaq nonostante il marchio stesse subendo una crescita esponenziale ha sempre tenuto le labbra serrate in merito, che dire i numeri hanno parlato per lui. Le vendite hanno raggiunto i 9 milioni di sterline l’anno, superando le aspettative di 3 milioni di sterline, arrivando nel 2017 a superare i  20 milioni di sterline. La sua prima avventura nel retail è stata presto seguita da altri tre negozi di scarpe da donna, ma nel 2008, lui e i suoi tre fratelli, hanno venduto i negozi per lanciare My 1st Wish, un negozio su Ebay e Amazon. Si trasferirono negli uffici di Manchester, il negozio online non offriva solo calzature ai clienti ma di tutto, spaziando dalle scarpe agli accessori per la cucina. Alcuni anni dopo, nonostante il sito generasse un ottimo fatturato, Akhlaq e i suoi fratelli erano sempre più preoccupati del suo potenziale di crescita.

Qasim Akhlaq racconta come ha attuato questa rapida crescita da parte di Public Desire in soli 4 anni, della sua intuizione verso gli influencer e di come una giusta strategia utilizzando la piattaforma social di Instagram si sia rivelata così incisiva per le vendite.

“Stavamo facendo molti soldi e abbiamo fatto un buon affare, ma quello che stavamo scoprendo è che non c’era alcun valore verso il marchio”, spiega. “Se acquisti un paio di scarpe da un negozio eBay, non dici ” Ho appena comprato qualcosa da Public Desire “, dici ” L’ho preso da eBay “. “Ci siamo seduti nel 2014 e abbiamo pensato: qui abbiamo tutta la struttura necessaria, perché non stiamo facendo un sito web indipendente e controlliamo il valore del nostro marchio?” così racconta Akhlaq di come nacque il progetto dell’ecommerce.

La prossima domanda era cosa avrebbe venduto questo sito. Diverse entità come Missguided, Boohoo e PrettyLittleThing (PLT) stavano dominando il mercato dell’abbigliamento di pronto moda. Ma Akhlaq, con il suo background nelle calzature, pensava che ci fosse una lacuna nel mercato per un di marchio di calzature trend specializzato: “Abbiamo avuto una presenza così grande nelle scarpe, sapevamo cosa era in trend, sapevamo cosa stava succedendo, quindi pensavo, andiamo a prendere il £ 30- £ 40. ” E così è nato Public Desire. Da allora ha costruito il suo nome producendo scarpe per i consumatori che cercano di imitare gli stili che vedono nelle star attraverso i potenti social media come Kim Kardashian e Kylie Jenner, ad una frazione però del prezzo delle calzature che sono solite indossare queste celebrities.

Tutti e quattro i fratelli Akhlaq sono coinvolti nel business, Qasim dirige il prodotto, e Ateeq, Bilal e Tayabb si occupano rispettivamente di e-commerce, marketing e finanza. La volontà di rischiare è stata la chiave per costruire il business, dice Akhlaq: “Dico ai miei designer e ai miei acquirenti, se pensate che venderà, fatelo, progettatelo.” La velocità è tutto in un ambiente di pronto moda in cui i consumatori hanno l’imbarazzo della scelta. Ottenere prodotti online il più rapidamente possibile è diventato il punto di differenza di Public Desire in un mercato di calzature affollato. In media, sono necessarie dalle quattro alle cinque settimane per rendere l’idea iniziale un prodotto finito disponibile online, anche se può essere ridotto a tre per uno stile ad alta priorità. “È una pietra angolare del business”, così ha dichiarato Akhlaq. “Quando i tacchi Perspex sono diventati una tendenza, ad esempio, siamo stati i primi a renderli immediatamente disponibili al pubblico perché li abbiamo trasportati in aereo. Costa molto di più farlo, circa 3 sterline al paio in più di quanto sarebbe se le avessimo trasportate via mare, che è ciò che le persone tendono a fare. Ma per noi, non si tratta di soldi, si tratta di portare le tendenze per primi. “

Una naturale vena di competitività ha aiutato Akhlaq a costruire Public Desire. Per questo esatto motivo la prima collaborazione del marchio è stato con una celebrità, la modella americana Hailey Baldwin. La collaborazione è stata lanciata nel mese di ottobre, presentando calzature dai prezzi accessibili al pubblico, partendo da £ 34,99 per i tacchi strappy arrivando a £ 49,99 per gli stivali alti fino alle ginocchia. Nonostante siano state offerte collaborazioni con una serie di reality TV per il lancio di Public Desire nel 2014, Akhlaq era determinato a resistere per collaborare con un nome più grande.

“Non volevamo qualcuno da Geordie Shore o The Only Way is Essex per rappresentare la nostra linea di scarpe. Volevamo qualcuno che facesse dire alla gente “Wow!”  In questo modo Akhlaq ha giustificato la scelta di questa importante collaborazioneDan Bisson, editor di calzature e accessori per il trend forecaster WGSN, afferma che Baldwin è stata una scelta saggia: “Le collezioni realizzate con le celebrità non sembrano morire – anzi, stanno accelerando. Stanno diventando un elemento chiave in cui i rivenditori spingono i loro marchi in avanti. Hailey Baldwin è stata una buona scelta per l’ascesa di Public Desire. ” Tuttavia, la collaborazione non è stata priva di sfide. Dato che la collezione doveva essere pronta per l’autunno 2016, il team Public Desire aveva solo sei settimane per produrla e promuoverle. Fortunatamente, Akhlaq ha assaporato una sfida: “Lavoro meglio sotto pressione e mi piace che sia così anche per la squadra. Fare tutto in sei settimane non era l’ideale, ma ci ha mostrato di che pasta siamo fatti. “

La competitività è anche una qualità necessaria nella scena del pronto moda di Manchester. Sebbene sia orgoglioso del fatto che la città sia un centro di moda, Akhlaq afferma che la vicinanza di così tanti rivali significa che l’atmosfera può essere un po ‘come una “soap opera”. “Manchester è molto affiatato. Qui ho un ex personale Missguieded, qui ho uno staff ex-PLT e nessuno può nascondere nulla a lungo. ” 

I social media e Instagram in particolare, sono stati una parte fondamentale di Public Desire fin dai suoi primi giorni. Akhlaq ha iniziato a progettare e curare in ogni particolare l’account Instagram del brand di calzature destinato a rivoluzionare il mercato ancora prima che il sito web fosse lanciato e ora conta 1.2 Milioni di follower. “Sapevamo che Instagram era il modo in cui dovevamo raggiungere i clienti e abbiamo sempre confidato nei blogger.” Public Desire per questo motivo continua a lavorare a stretto contatto con influencer, tra cui la fashion blogger Sarah Ashcroft (890.000 follower su Instagram), e YouTuber Jayde Pierce (985.000) e le gemelle Klaudia (486.000) e Laura Badura (660.000).

Il commercio all’ingrosso invece è un lato in crescita, anche se inaspettato, dell’azienda. Akhlaq racconta che il commercio all’ingrosso è ancora troppo nuovo per registrarsi come percentuale del commercio globale e che per Public Desire non verrà eseguito pienamente prima che possa essere fattibile per il team la sua gestione. All’inizio il Wholesale non faceva parte del piano. Nel settembre 2015 ASOS ci ha contattato e per noi una è stata una grande opportunità  anche se il team era piccolo e non avevamo la capacità di soddisfare un ordine di dimensioni ASOS. Tuttavia, erano insistenti, abbiamo dato loro quindi solo alcuni modelli e velocemente sono andati SOLD OUT. In quel momento ho capito che dovevo considerarlo correttamente come espansione futura, ed è stato fantastico per la consapevolezza del marchio “.

Le ambizioni di Public Desire divennero sempre più internazionali. La metà di tutte le vendite ora proveniva da fuori del Regno Unito, guidata dagli Stati Uniti.  È molto più facile diventare internazionali rispetto a cinque anni fa, quando la tua maggiore spesa di budget sarebbe stata rivolta a cartelloni pubblicitari o annunci TV limitandoti a un solo paese. Grazie alla nostra presenza sui social media, il nostro mix di clienti è divenuto molto vario. “ Così ha espresso la propria visione Akhlaq verso le nuove potenzialità del web.

Dopo aver stabilito il  proprio posto nel mercato delle calzature, Akhlaq si sta battendo per stabilire se aggiungere l’abbigliamento al proprio Brand. Ci sono stati numerosi dibattiti sull’argomento anche se una decisione ferma deve ancora essere ancora raggiunta.“Potrei aggiungere vestiti alla mia gamma la prossima settimana e raddoppiare i miei dati sul fatturato”, dice. “Abbiamo i clienti, ma dal punto di vista del marchio, se diluiamo la reputazione ormai creatasi per esserci specializzati in calzature diventeremo come Missguided o Boohoo, e quindi cosa ci differenzierebbe da loro? Il mio background è nelle calzature. Ho fatto calzature per 15 anni. È divertente. Per ora, si tratta di spingere la presenza delle calzature, mantenendo aperta la porta dell’abbigliamento “. 

Indipendentemente dal fatto che Public Desire scelga di andare in punta di piedi con i suoi concorrenti aggiungendo vestiti, Akhlaq ha raggiunto una crescita impressionante in soli due anni. Public Desire è un brand rivoluzionario che mette anima e passione nella creazione di prodotti di tendenza e qualità ad un prezzo accessibile a tutti, alimentando il credo che per curare il proprio aspetto e avere un look trend non sia necessario spendere un’esagerazione di denaro! Entrate anche voi a fare parte del Team #PDBae e visitate il sito https://www.publicdesire.com/eu/

 

No Comments
Leave a Comment:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.